Panoramica sui diversi metodi di bonifica

per il trattamento di acque di falda e terreni contaminati

Tecnologie e metodi per la bonifica in situ offerti da REGENESIS:

 

Biorisanamento – Trattamento biologico di biostimolazione

  • Biodegradazione aerobica potenziata ORC Advanced©

  • Biodegradazione anaerobica potenziata – declorurazione riduttiva potenziata (ERD), dealogenazione potenziata 3DME©  HRC©

  • Adsorbimento e biodegradazione potenziata – ossidazione aerobica/anaerobica e riduzione anaerobica PlumeStop©  PetroFix™

  • Bioaugmentation (Dehalococcoides Sp.)  BDI Plus©

 

Trattamento chimico – Ossidazione/Riduzione/Immobilizzazione chimica

  • Ossidazione chimica in situ (ISCO) RegenOx©  PersulfOx©

  • Riduzione chimica in situ (ISCR)

    • Ferro zero-valente (ZVI) colloidale solfurato S-MicroZVI©

    • Ferro ferroso liquido  CRS©

  • Immobilizzazione dei metalli MRC©

  • Adsorbimento in situ

    • Carbone attivo colloidale –Adsorbimento da solo o combinato con biodegradazione potenziata

      PlumeStop©  PetroFix™

 

Potenziamento delle tecnologie ex situ

  • Desorbimento potenziato (incremento dell’efficienza di sistemi fisici di estrazione/Pump&Treat/emungimento) PetroCleanze

  • Soil mixing (miscelazione con terreno) o applicazione spray su terreni contaminati ORC Advanced©  RegenOx©   PetroFix™

 

Trattamento integrato / Combinazione di tecnologie di bonifica

  • Le tecnologie sopra elencate possono essere combinate o integrate con altre soluzioni

Applicabilità

Le nostre tecnologie di bonifica in situ possono trattare una vasta gamma di contaminanti presenti nel terreno o nelle acque di falda, in diverse tipologie di siti e in differenti scenari, tra cui:

  • Idrocarburi petroliferi inclusi BTEX, IPA, ecc., solventi clorurati, TNT (trinitrotoluene), MNT (nitrotoluene), DNT (dinitrotoluene), pesticidi, erbicidi, metalli (incluso cromo esavalente CrVI), PFAS (PFOS, PFOA, ecc.) e altri contaminanti emergenti.
  • Trattamento sia di elevate che di basse concentrazioni di contaminanti
  • Aree industriali dismesse, siti abbandonati, siti orfani, siti destinati a riqualificazione/risviluppo, o altri tipi di aree contaminate
  • Impianti e stabilimenti operativi incluse strutture nel settore della difesa, attività manifatturiere, attività di vendita al dettaglio, stazioni e aree ferroviarie, industrie farmaceutiche e petrolchimiche, magazzini e centri logistici e di stoccaggio
  • Tipologie di trattamento: trattamento di aree sorgente, trattamento del plume, bonifica per ridurre la responsabilità o gestire il rischio di migrazione dei contaminanti
Guida per la trattabilità dei contaminantiGlossario dei contaminantiPortale formazione sulle bonifiche